lunedì 20 aprile 2015

COOLTOURS 1 - NOI, BADE, IL POPOLO ROM ED ELVIS PRESLEY



"Nella nostra esperienza quotidiana, la realtà che ci attornia è spesso ripetitiva e prevedibile; quello che cerchiamo viaggiando è la sorpresa. Ci aspettiamo di essere sorpresi da un nuovo paesaggio, da attitudini e costumi a noi sconosciuti, da persone e situazioni che ci raccontano di un diverso modo di essere."

(Accademia Horus)


Ed ecco è iniziato il viaggio!
Quando si parte per un viaggio si sa che alle spalle si lascia la routine e le nostre abitudini.
Non è da tutti certo: molti anche in vacanza ricreano il loro habitat fatto di cose conosciute e sicurezze acquisite.
Non è così per il viaggio dei Giovani Talentosi: si parte per un percorso ricco di sorprese, incontri con persone sconosciute che ci racconteranno di luoghi ed esperienze che non conosciamo, conosciamo poco, o crediamo di conoscere.
L'atteggiamento del viaggiatore è quello dell'innocente stupore che accompagna i bambini quando passo dopo passo incontrano il mondo.
Il primo incontro è stato dedicato proprio a questo: affinare lo spirito del viaggiatore, sviluppare la nostra capacità di accostarci a nuove realtà come se fosse la prima volta che le vediamo, con attenzione, umiltà, stupore, entusiasmo e condivisione con i compagni di viaggio.




Martedì 14 aprile la nostra "prima tappa", il nostro primo incontro è stato con un popolo nomade partito dall'India nell'anno 1100 e approdato nel tempo in tutto il mondo.

Un popolo che è unito dalle tradizioni, dalla cultura e da eventi storici che non hanno reso facile la loro vita: il popolo ROM.





La bandiera del popolo Rom: il cielo, la terra e al centro la ruota, il simbolo del continuo migrare.

Ringraziamo la nostra "talentosa" Giulia che ci ha fatto conoscere Bade, mediatrice culturale Rom che vive a Vicenza da 15 anni.
Bade è una giovane donna molto coinvolgente e, durante l'incontro, ci ha parlato della sua storia, che è iniziata con una fuga da un paese in guerra, l'ex-Jugoslavia, per arrivare in Italia come clandestina e di come passo dopo passo, molti dei quali sofferti, è riuscita a riunire la sua famiglia, avere una casa e un lavoro in Italia.
Ci ha raccontato di come e perchè ha studiato a frequentato a Roma un corso per diventare attivista e poter utilizzare gli strumenti e i meccanismi nazionali, regionali e internazionali per tutelare i diritti umani dei Rom e lottare contro ogni forma di discriminazione.
A seguire Bade ci ha parlato delle origini dei Rom, la storia, le tragedie sconosciute, come ad esempio la persecuzione della seconda guerra mondiale da perte dei nazisti, fino alla situazione attuale.




Con l'aiuto di alcune sequenze dal film documentario "Io, la mia famiglia Rom e Woody Allen" della giovane regista Rom Laura Halilovic, abbiamo trattato con Bade vari argomenti sulla cultura Rom, come la famiglia, il matrimonio e le tradizioni.
Un altro aspetto curioso e interessante è stato scoprire quanti personaggi "celebri" dello spettacolo e della cultura sono di origine Rom, Sinta e Kalè: tramite un montaggio video realizzato da Alessandro abbiamo visto scorrere le immagini degli attori Antonio Banderas, Yul Brinner, Michael Caine, Bob Hoskins, Rita Hayworth, Moira Orfei, Charlie Chaplin, del calciatore Zlatan Ibrahimovic e del cantate-attore Elvis Presley!
Bade ci ha poi portato un bellissimo vestito da sposa Rom e Giulia si è improvvisata "modella sposa"!



Non poteva mancare il ballo, una delle caratteristiche del popolo Rom e la travolgente Bade ci ha coinvolto in alcuni passi di danza. Nessuno si è fatto pregare e abbiamo cercato di seguire le indicazioni della nostra "maestra di ballo Rom" nel migliore dei modi. I risultati sono stati discutibili ma ci siamo proprio divertiti!



E anche in questo laboratorio c'è stato il "dulcis in fundo": Bade ci ha preparato una grande torta semplice e buonissima, che è stata apprezzata da tutti ed è "sparita" in brevissimo tempo...




Tra chiacchere, appunti e approfondimenti abbiamo ringraziato di cuore Bade per averci fatto fare questo breve "viaggio" tra la storia e la cultura di un popolo di cui veramente conosciamo poco.

Finita la prima tappa, siamo già pronti per il prossimo "giro" del nostro COOLTORUS che martedì 21 aprile ci porterà verso oriente!

Nessun commento:

Posta un commento